La meccanica del cuore - Mathias Melzieu

Recensione del libro "La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu


Casa Editrice: Universale Economica Feltrinelli

Formato lettura: Cartaceo 

Anno edizione: 2021

N° pagine: 147

Trama: 

Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. 
È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. 
La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. 
La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultargli fatali. 
L'amore, innanzitutto. 
Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. Jack, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. 
Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada. E finalmente, due figure delicate, fuori dagli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L'amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, La meccanica del cuore è al tempo stesso una coinvolgente favola e un romanzo di formazione, in cui l'autore, con scrittura lieve e punteggiata d'ironia, traccia un'indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.


Leggilo in edizione integrale 👉 La meccanica del cuore - Mathias Melzieu
(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)

Leggi la mia recensione per farti un'idea 👇


Recensione:

La storia inizia dal giorno più freddo del mondo, il che non ha molto di surreale se non che le persone muoiono ghiacciate oppure hanno bisogno di farsi sostituire parti del corpo perché andate in gancrena a causa del freddo.

Questo primo giorno è raccontato interamente da Jack che si trova ancora nella pancia della madre. La donna, di cui non si saprà mai l'identità, si sta recando dalla curatrice del villaggio per partorire e abbandonare il bambino, ma una volta nato Jack ha il cuore ghiacciato, cosa non assurda nel contesto che ha visto tante persone perdere arti o la stessa vita per il freddo, però potrebbe trattarsi anche di un simbolo, potrebbe simboleggiare il distacco della madre, la sua freddezza in vista dell'allontanamento, come il bambino lo sapesse già e il suo cuore non volesse funzionare di proposito.

La curatrice, Madeleine, applica una protesi al cuore, un orologio che aiuti il muscolo a pompare il sangue, e prende Jack con sé come se fosse un figlio. Non è insolito che le prostitute o le donne benviste si rechino da lei per sbarazzarsi dei loro nascituri non voluti, di conseguenza lei li cresce e li dà in adozione alle famiglie sfortunate che non possono averne.

Mi ha molto colpito questa cosa, ma soprattutto la naturalezza con cui l'autore racconta i fatti più strani, come se non avessero niente di assurdo.
Forse, ci spinge a pensare, l'assurdo è soggettivo.

Il romanzo è pieno di temi fondamentali tra il concetto di famiglia, la figura materna, il bullismo, l'amicizia, la fiducia, ecc...

Iniziamo dalla famiglia.

La famiglia di Jack è sgangherata; non ha legami di sangue con con nessuno e l'unica figura stabile nella sua quotidianità è Madeleine, una possibile strega. Gli altri membri sono un uomo zoppo, che insieme alla sua gamba ha perduto il lavoro e la moglie, e due prostitute che vanno periodicamente dalla curatrice per partorire i risultati dei loro molteplici amori. 
Famiglia è dove ci si sente a casa, dove si può sempre tornare, e Jack alla fine di tutto vi tornerà.
Madeleine è un personaggio molto particolare, è una "fattucchiera" anche se io la definirei più un'inventora, ma è anche altro, una madre, anzi anche peggio, una madre iperprotettiva. 
C'è un motivo dietro, c'è il suo passato doloroso a farla comportare in modo esageratamente protettivo nei confronti di Jack. Lei sa che i sentimenti le hanno fatto solo male tanto da arrivare ad affogare i ricordi nell'alcol, per questo vuole tenerne Jack lontano, dicendogli che facendosi guidare dalle emozioni estreme, dai sentimenti potrebbe collassare e morire a causa delle lancette penetrate nel suo cuore.

Madeleine dal mio punto di vista è il personaggio più drammatico della storia, proprio perché portatrice di una enorme sofferenza dentro di sé, tale da non avere rimedio.

Jack va a scuola in cerca della bella cantante che sbatte ovunque, ma al suo posto trova il suo ex, Joe, il bullo della scuola che lo prende di mira perché ancora sofferente per l'allontanamento della sua amata. Joe commetterà le crudeltà tipiche del bullismo e i suoi compagni lo appoggeranno ridendo delle sue malefatte.
Un giorno in cui Joe si dimostrerà particolarmente violento con Jack, quest'ultimo si lascerà dominare dalla rabbia e per la prima volta farà male a qualcuno in modo intenzionale.
Gli insegnamenti di Madeleine, dunque, non erano così sbagliati, lasciarsi dominare dai sentimenti più estremi porta solo sofferenza.

Jack scappa e parte verso l'Andalusia per cercare la sua piccola cantante, e nel suo cammino troverà un compagno, un amico, George Méliès, che si lascia affascinare dalla storia del ragazzino e si offre di scortarlo nella sua intima favola di felicità.
Méliès, realmente esistito, è anch'esso in personaggio particolare, lasciato dalla sua bella per i suoi bizzarri esperimenti, il suo sogno è quello di riuscire a raggiungere la luna e stupire la ex fiamma, infine ci riuscirà con il suo film "L'uomo sulla luna". 
Nel mentre si darà alle belle donne per soffocare il dolore. 

Tutta la storia si svolge contornata dalle sofferenze delle persone che Jack conosce o incontra, e lui sembra l'unico a non essere toccato in alcun modo dal dolore, perché è ancora giovane, perché è inconsapevole, perché non ha ancora fatto esperienza, ma anche perché è spinto dalla speranza e da un obiettivo solido che lo porterà alla felicità che tanto agogna.

Un passaggio molto surreale e assurdo che mi è rimasto impresso nella mente si svolge su un treno da Edimburgo all'Andalusia, e vede l'incontro di Jack con Jack lo Squartatore
Che analogia, che confronto. 
Jack lo Squartatore lo insegue e gli dice che l'unico modo per andare avanti è "Spaventare", "spaventare per poter vivere".
Il capitolo mi ha molto emozionato, molto suggestionato e mi ha fatto molto riflettere.
Spaventare significa incutere timore, rispetto, obbedienza, stare al di sopra eppure, allo stesso tempo, essere totalmente soli. 

Arrivato in Andalusia Jack trova lavoro su di un treno fantasma, il suo compito è quello di spaventare le persone, analogia con il passaggio precedente, ma la proprietaria dell'attività non lo giudica adatto al ruolo, anzi è qualcosa di più, Brigitte Heim lo odia, lo invidia profondamente per la sua capacità di sognare e di inseguire i suoi sogni, e cerca di disilluderlo dicendogli che mai nessuno lo amerà davvero. 
Tanta sofferenza anche in questo personaggio.

Infine, la piccola cantante, Miss Acacia, è l'unico altro personaggio insieme a Jack a non essere toccato dal dolore, e insieme vivranno un sogno che parrà senza fine. Ma mentre Jack vive nel suo sogno personale, Miss Acacia vive nella più concreta realtà, per questo credo che lei sia la figura, il personaggio più reale e sincero del romanzo. Dice sempre tutto quello che pensa, senza mezzi termini, non rifila parole impregnate d'odio, né bugie, lei parla con la verità in bocca e non a caso rappresenta proprio l'obiettivo ultimo, finale, per poter essere felici.

È stata una bella lettura.
Pagina dopo pagina mi sembrava di immergermi in una favola, in un'avventura sempre più assurda caratterizzata da toni a volte macabri, ma mai cupi.

C'è chi dice che l'autore abbia cercato di copiare malamente lo stile di Tim Burton, io dico che sicuramente ci sono delle somiglianze, ma non ha nulla a che vedere.
 
Ve lo consiglio se cercate una lettura leggera ma emozionante, credo che i personaggi resteranno nel mio cuore a lungo com'è stato per "It".

𝕷𝖊𝖙𝖎𝖟𝖎𝖆

𝐶𝑜𝑛𝑡𝑖𝑛𝑢𝑎 𝑎 𝑙𝑒𝑔𝑔𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑛 𝑒-𝑏𝑜𝑜𝑘 𝑠𝑢 𝐾𝑖𝑛𝑑𝑙𝑒 𝑈𝑛𝑙𝑖𝑚𝑖𝑡𝑒𝑑! 𝐻𝑎𝑖 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑑𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑢𝑡𝑖𝑡𝑜 𝑑𝑖 30 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖!

(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)

Commenti

Post più popolari

Citazioni