Uack! - Carl Barks

Recensione del fumetto "Uack!" di Carl Barks

 

Casa Editrice: Panini comics

Formato lettura: Cartaceo

Anno edizione: Aprile 2014

N° pagine: 132

Trama: Uack! è una onomatopea, è l'inconfondibile esclamazione di Paperino e Qui, Quo, Qua ma è anche una raccolta di storie avventurose disegnate da Carl Barks, poste in ordine cronologico di pubblicazione negli Stati Uniti. Si tratta di circa 700 storie di ogni tipo, dalle gag ai romanzi fino alle rivisitazioni di miti.


Leggilo qui 👉 Uack! - Carl Barks
(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)


Leggi la mia recensione per farti un'idea 👇


Recensione:

Ecco il mio secondo approccio al fumettista più famoso del mondo Disney e al mondo di Paperopoli con le fantastiche avventure di Zio Paperone.

Al contrario de "La $aga", "Uack!" si svolge in un tempo successivo all'incontro con i nipoti. Le avventure si sono fatte più frequenti e i nipoti, ormai sempre coinvolti nelle vicende, richiedono una paga adeguata ai loro servigi. Esilarante questo aspetto, ed è esilarante come ogni volta Paperone cerchi di trovare un escamotage per non pagarli.

Ma torniamo a noi. Cos'è "Uack!"?
Uack! è una onomatopea, è l'inconfondibile esclamazione di Paperino e Qui, Quo, Qua ma è anche una raccolta di storie avventurose disegnate da Carl Barks, poste in ordine cronologico di pubblicazione negli Stati Uniti. Si tratta di circa 700 storie di ogni tipo, dalle gag ai romanzi fino alle rivisitazioni di miti.

L'albo che inaugura "Uack!" è registrato come "Four Color n.386" e contiene l'episodio "Uncle Scrooge in -Only a Poor Old Man-" in Italia "Zio Paperone e la disfida dei dollari" in cui dovrà confrontarsi con la rinnovata Banda Bassotti.
In questa prima avventura i Bassotti pianificano di rubare l'oro di Paperone costruendo un edificio nel terreno affiancato a quello del nostro protagonista per poi sfondare il muro e impadronirsi del tesoro, ma Paperone sarà più furbo di loro, come sempre.

Nella seconda avventura dal titolo "Uncle Scrooge back to the klondike" ossia "Zio Paperone e la stella del polo", il nostro protagonista inizia a soffrire di perdita di memoria per cui il medico gli prescrive delle medicine per aiutarlo e grazie a queste Paperone ricorda di un tesoro che aveva tempo addietro nascosto presso la sua casa nel Klondike e di dover riscuotere un antico debito dalla sua dolce Doretta Doremi.
Ricorda difatti come da giovane Doretta gli abbia sottratto una enorme pepita d'oro causando una rissa nel saloon de La bolla d'oro e di come poi abbia costretto la bella Doretta a firmare una cambiale di mille dollari e a lavorare per lui un mese intero.
Questa scena venne all'epoca censurata dall'ufficio editoriale perché considerata oggetto violente di certi tabù, che sinceramente non mi sono ancora chiari.
Comunque tempo dopo la sequenza censurata venne reinserita nella storia.
In questo capitolo, finalmente si scopre un po' di più sul rapporto tra Paperone e Doretta, lei l'unica donna a riuscire ad intenerirlo.

Dopo di che, ecco uno special sul primo di aprile, "Paperino e il pesce (d'oro) d'aprile", in cui i nipoti del nostro protagonista fanno trovare allo zio un giornale in cui si rende noto che il denaro subirà una svalutazione e al suo posto verrà utilizzato il pesce come moneta ufficiale. Vi lascio immaginare le risate, e vi consiglio di recuperare questa avventura per riderne al meglio.

Nella penultima posizione troviamo un'avventura coi fiocchi in cui Paperone rischia sul serio di perdere tutto il suo patrimonio a causa di una truffa subita da un suo antenato "Capitan De' Paperoni" a cura del famoso "Scrocco De' Arpagoni", devo dire che il nome dice tutto.
Questo "gentiluomo" stipulò un contratto secondo cui affidava il trasporto di una cassa di rafano fino in Giamaica con un'assicurazione di rimborso pari a tutte le proprietà di Capitan De' Paperoni.
La progenie di questo "gentiluomo" noto come "Truffo De' Arpagoni", e il nome ancora una volta dice tutto, si presenta dunque da Paperon De' Paperoni per riscuotere tutte le sue proprietà, ma il papero più ricco del mondo ovviamente non si arrenderà così facilmente e troverà una soluzione al problema.

Ultima breve avventura vede come protagonista l'amato, almeno da me, inventore Archimede in "Archimede Pitagorico e lo Zerbino da Guardia".
Archimede è un grande inventore che abbiamo incontrato anche nei primi capitoli de "La $aga" in cui vendeva pillole per purificare l'acqua fangosa del Mississipi.
In questo capitolo lo vediamo affiancato da Paolino Paperino nel cercare di vendere a a un compratore la sua nuova invenzione, ossia lo zerbino da guardia.
L'ho adorato e ho riso un sacco, una genialità pura e fresca di comicità.

Che dire dunque alla fine?
Sicuramente ve lo consiglio se avete voglia di svagarvi, intrattenervi e ridere un po', ma anche per conoscere un altro po' della cultura disneyana.

Passate a leggere anche la recensione de "La $aga" per approfondire le origini e l'evoluzione di Paperon De' Paperoni.

𝕷𝖊𝖙𝖎𝖟𝖎𝖆


𝐶𝑜𝑛𝑡𝑖𝑛𝑢𝑎 𝑎 𝑙𝑒𝑔𝑔𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑛 𝑒-𝑏𝑜𝑜𝑘 𝑠𝑢 𝐾𝑖𝑛𝑑𝑙𝑒 𝑈𝑛𝑙𝑖𝑚𝑖𝑡𝑒𝑑! 𝐻𝑎𝑖 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑑𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑢𝑡𝑖𝑡𝑜 𝑑𝑖 30 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖!

(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)

Commenti

Post più popolari

Translate