Due a due - Grazia Marzolla

 

Copertina ebook "Due a due" di Grazia Marzolla

Casa Editrice: Giovane Holden Edizioni

Formato lettura: ebook

Anno edizione: 2019

N° pagine: 257

Trama: Luana è una giovane fiorista, entusiasta e innamorata della vita. L'approssimarsi del Natale rallegra Luana anche se quest'anno segna un triste anniversario, quello della nascita al cielo della sua amatissima nonna Teresa, donna scavata da dolori e attese, forte e fiduciosa. Teresa ha insegnato prima a sua figlia Maria, mamma di Luana attesa per nove anni, e poi a sua nipote, che ogni donna può divenire madre partorendo tutti i sogni che custodisce nel cuore. 
La vita in sé è desiderio di Dio, di tenere vivo il mondo e l'umanità; i desideri dell'uomo concorrono a fare della vita un cammino perfetto, contro ogni paura, con coraggio e accoglienza verso ogni occasione donata. 
È stata lei a raccontare a Luana la verità sulla morte del padre avvenuta quando aveva solo due anni e mezzo e della sua scelta di donare gli organi che ha fatto della morte un'occasione di vita. 
Una mattina qualsiasi, entra in negozio Alessandro, un ragazzo cardio-trapiantato, per acquistare una composizione di fiori e... In un birichino gioco di timori e coincidenze, aspettative e speranze, il destino riafferma la sua ineluttabilità. 
"Due a due" sono le storie narrate, legate da un filo invisibile a testimonianza che la vita è un dono meraviglioso e merita di essere vissuta con amore e gratitudine, soprattutto mai da soli. 
Ognuno ha la potenza di fiorire, come i bucaneve fanno nella neve.


Leggilo qui 👉 Due a due - Grazia Marzolla
(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)


Leggi la mia recensione per farti un'idea 👇


Recensione:

La vita toglie, la vita dà.
Vivere è un ciclo continuo di cose che nascono e che muoiono, tante cose che ci vengono portate via lasciando un vuoto di sofferenza, e tante cose che ci vengono donate portandoci gioia.
Possono essere delle opportunità, possono essere delle amicizie o degli amori, o anche dei familiari.

Luana vive la vita con pienezza, la vive intensamente nel dolore come anche nella gioia, abbraccia entrambi con fede, come le è stato insegnato dalla nonna.
È cresciuta senza un padre a causa di un incidente in moto e nelle sue preghiere ha sempre chiesto il perché Dio l'abbia voluto: lasciarla senza un affetto paterno, spezzare la sua famiglia in modo irrimediabile. Solo anni dopo, la nonna le ha raccontato che il suo papà aveva donato se stesso all'amore e solo morendo aveva potuto realizzare il suo miracolo, cioè salvare qualcun altro donando i propri organi, in particolare il cuore.

Il cuore è la chiave di tutto il romanzo.
Donare noi stessi significa donare all'altro il nostro cuore in modo incondizionato e l'autrice ce lo trasmette in molti modi.
Ce lo trasmette in primo luogo con la bellissima copertina, che raffigura due ragazzi completamente a nudo uno di fronte all'altro che condividono un solo cuore.
In secondo luogo con la concretissima donazione degli organi che fa si che qualcun altro continui a vivere grazie a un cuore ceduto per amore.
E terzo, con la coppia di fatto, prima i genitori di Luana e poi Luana con Alessandro

Un altro principio fondamentale del romanzo è il numero Due.
È il numero di partenza per formare una comunità, è il numero della condivisione, è il numero di una completa intimità amicale o amorosa ed è anche il concetto sottointeso che da soli non si va lontano.

Parliamo adesso di alcuni elementi che non mi hanno convinto.
Si tratta di pochi elementi, soprattutto editoriali, che non vanno ad intaccare lo scorrere della storia di fatto, ma che mi hanno appesantita un po'. 

Il primo è l'insistenza del tema spirituale nella prima parte del libro; si tratta di un tema che caratterizza tutta la storia quindi è giustissimo che ci sia, ma nella prima parte mi ha pesato un po'. 

Il secondo elemento è la mancanza di ricercatezza nel linguaggio; questo elemento, anche se di poca importanza al fine della narrazione della storia, mi ha dato la sensazione che mancasse qualcosa. 

Altro elemento, i dialoghi tra i personaggi; ho avuto l'impressione siano stati costruiti in modo poco elaborato e forse un po' sbrigativo. 
In realtà capisco perfettamente che la storia sia stata costruita in modo semplice e diretto per raggiungere al meglio il lettore, l'importante è il messaggio, che è davvero bello a mio parere. 

Mi è piaciuto tanto il filo narrativo, come l'autrice ha alternato passato e presente, le storie dei personaggi.
Mi è piaciuto anche come è stata trattata la caratterizzazione dei personaggi, dando a ciascuno uno spazio, anche minimo per i personaggi secondari.

Lo consiglio? Si.
Mi ha colpito molto a livello emotivo e personale.

𝕷𝖊𝖙𝖎𝖟𝖎𝖆


𝐶𝑜𝑛𝑡𝑖𝑛𝑢𝑎 𝑎 𝑙𝑒𝑔𝑔𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑛 𝑒-𝑏𝑜𝑜𝑘 𝑠𝑢 𝐾𝑖𝑛𝑑𝑙𝑒 𝑈𝑛𝑙𝑖𝑚𝑖𝑡𝑒𝑑! 𝐻𝑎𝑖 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑑𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑢𝑡𝑖𝑡𝑜 𝑑𝑖 30 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖!

(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)

Commenti

Post più popolari

Translate