Nuovo Cinema Paradiso

Locandina del film "Nuovo Cinema Paradiso"
Guarda il Trailer 👉 Nuovo Cinema Paradiso


Leggi la mia recensione per farti un'idea 👇


Recensione:

Alla fine della seconda guerra mondiale, in un paese siciliano di nome Giancaldo viveva il piccolo Totò.
Appassionato di pellicole, si rifugia spesso nel piccolo cinema di paese in cui lavora Alfredo come proiezionista.
I due diventano amici e Alfredo insegna a Totò a lavorare con le pellicola, gli insegna la bellezza del cinema della sua condivisione con i paesani.

Un terribile incendio distruggerà l'edificio coinvolgendo il povero Alfredo nella tragedia.
Il cinema verrà ricostruito e Totò sostituirà Alfredo come proiettore.

Nuovo Cinema Paradiso è una bellissima realtà di paese che unisce, che diverte, che appassiona e porta un'aria di cambiamento in un paesino ancora addomesticato dai tabù cattolici. Un esempio è il fatto che ogni sera il parroco visionasse le pellicole per censurare le scene più Hot.

Uno dei migliori film italiani della stagione 1987/1988.
È la storia di un cinema di paese, punto d'incontro di tutti (negli anni quaranta e cinquanta).
Ha vinto un premio agli Oscar.
È stato premiato al festival di Cannes.
Ha vinto un premio ai David di Donatello.
Gli è stato assegnato un premio ai Golden Globes.

Narra inoltre la crescita di Totò, la sua adolescenza, il suo primo amore tra le mille peripezie e il servizio di lega obbligatorio; un amore così dolce da intenerire, destinato a non realizzarsi.
Il personaggio di Alfredo, così mistico, così saggio, è la principale figura paterna per Totò e cerca di fare di tutto per il suo bene ed il suo futuro, anche se a caro prezzo.

È la storia di un paese.
È la storia di un ragazzo.
È la storia di un amore.
È la storia di un'amicizia.
È la storia del cinema tra gli anni 40-50.

Nuovo Cinema Paradiso non è solo un film, ma un pezzo di storia e cultura imperdibile e meravigliosa; accompagnato dalle musiche del magnifico Ennio Morricone.

Piccola Curiosità

Quando esce nelle sale, il film è un fiasco di quelli clamorosi: incassi miseri, recensioni negative, sale che lo ritiravano dalla programmazione.
Solo il cinema Aurora di Messina, che aveva allora subito un declino simile a quello dell'originale Cinema Paradiso, gli è fedele.
Il gestore dell'Aurora si faceva pagare solo alla fine della proiezione e solo da chi si dichiarava soddisfatto.

Ma Tornatore, il regista, non si rassegna a lasciare morire la sua creatura, e con il produttore Franco Cristaldi opera un taglio drastico al film. La sua durata scende così da 157 minuti a 123 grazie all'eliminazione di un'intera parte, a parer mio fondamentale.

Questo film mi ha dato tutto, nell'arco di un anno mi è accaduto tutto quello che può accadere nella carriera di un regista: dall'insuccesso più nero e disperato fino al successo più roseo e gioioso. È stato come avere fatto dieci film insieme, un'esperienza profonda e articolata a cui devo tutto.     - Giuseppe Tornatore



𝕷𝖊𝖙𝖎𝖟𝖎𝖆

𝘊𝘰𝘯𝘵𝘪𝘯𝘶𝘢 𝘢 𝘨𝘶𝘢𝘳𝘥𝘢𝘳𝘦 𝘧𝘪𝘭𝘮 𝘴𝘶 𝘗𝘳𝘪𝘮𝘦 𝘝𝘪𝘥𝘦𝘰! 
𝐻𝑎𝑖 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑑𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎 𝑔𝑟𝑎𝑡𝑢𝑡𝑖𝑡𝑜 𝑑𝑖 30 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖!

(in qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei)
 

Commenti

Post più popolari

Translate